Rete Voltaire

I generali del Consiglio Atlantico onorano i loro partner umanitari

+

L’US Atlantic Council -principale associazione di sostegno della NATO- ha assegnato i suoi premi annuali durante la prestigiosa cena di gala del 28 aprile 2010, a Washington.

Tra le personalità presenti, si notavano Mikheil Saakashvili (presidente georgiano), Aleksander Kwasniewski (ex Presidente della Polonia), Jose Maria Aznar, (ex capo del governo spagnolo), più di cinquanta ambasciatori e cento generali, tra cui Brent Scowcroft (ex consigliere della sicurezza nazionale) e Mike Muller (Capo di stato maggiore congiunto). L’ex presidente George H. Bush, che non ha potuto viaggiare, ha parlato via video.

I generali Stéphane Abrial (Francia) e James Mattis (USA) hanno ottenuto il premio di leader militari per essere riusciti a reintegrare la Francia sotto il comando della Nato e averla impegnata in Afghanistan. Ricevendo il premio, il Generale Abrial (ex capo del gabinetto militare del primo ministro Jean-Pierre Raffarin) ha parodiato l’orgoglio di un De Gaulle, mentre il generale Mattis ha accolto con favore la decisione del Presidente Sarkozy di porre fine alla politica gollista.

Josef Ackermann, capo della Deutsche Bank, ha ricevuto il premio di leader economico, per avere stabilizzato i mercati finanziari dopo gli attentati dell’11 settembre e per aver salvato il capitalismo nella crisi finanziaria mondiale. Il banchiere svizzero, che ha sposato una finlandese, prima di lasciare il suo paese per dirigere una banca tedesca e sostenere gli Stati Uniti, si è appellato al dominio della globalizzazione.

Quest’anno, l’US Atlantic Council s’è rinnovato creando un nuovo premio dei leader umanitari, per favorire la nuova politica dello "smart power”, vale a dire l’utilizzo degli aiuti umanitari per suscitare l’Americanofilia. Il premio è stato consegnato al cantante Bono Vox, per aver mobilitato l’opinione pubblica internazionale a favore della la lotta contro la povertà in Africa. E’ stato presentato al pubblico dai suoi amici, il senatore John McCain e il generale James Jones (oggi consigliere per la Sicurezza Nazionale). Tutti hanno elogiato l’ottimo lavoro che ha svolto in collegamento con il Pentagono.

Infine, l’ex presidente Bill Clinton ha ricevuto il premio di leader internazionale per l’insieme del suo lavoro, tra quale l’allargamento della NATO, l’accordo a Dayton per lo smantellamento della ex Jugoslavia, e le trattative per mantenere l’Irlanda Nord all’interno del Regno Unito.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

La Ue si arruola nella Nato
La Ue si arruola nella Nato
“L’arte della guerra”
 
L'Europa ancora in prima linea
L’Europa ancora in prima linea
“L’arte della guerra”
 
La lunga mano della Nato
La lunga mano della Nato
«L’arte della guerra»
 
La Nato lancia il Tridente
La Nato lancia il Tridente
«L’arte della guerra»
 

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Autori: diplomatici, economisti, geografi, storici, giornalisti, militari, filosofi, sociologi... potete inviarci i vostri articoli.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.

Patto militare Grecia-Israele
«L’arte della guerra»
Patto militare Grecia-Israele
di Manlio Dinucci, Rete Voltaire
 
La Ue si arruola nella Nato
“L’arte della guerra”
La Ue si arruola nella Nato
di Manlio Dinucci, Rete Voltaire
 
Promuovere la yuanizzazione dell'economia globale
IL COMPITO DEI BRICS
Promuovere la yuanizzazione dell’economia globale
di Ariel Noyola Rodríguez, Rete Voltaire
 
L'Europa ancora in prima linea
“L’arte della guerra”
L’Europa ancora in prima linea
di Manlio Dinucci, Rete Voltaire
 
La Russia toglie le sue castagne dal fuoco
A margine dei negoziati 5+1
La Russia toglie le sue castagne dal fuoco
di Thierry Meyssan, Rete Voltaire
 
La Dichiarazione di Delphi
Su Grecia ed Europa
La Dichiarazione di Delphi
Rete Voltaire