Rete Voltaire

Barack Obama pubblica un falso certificato di nascita sul sito web della Casa Bianca

+

Un vivace dibattito si è sviluppato circa il luogo di nascita di Barack Obama. Ufficialmente, il presidente è nato statunitense alle Hawaii, ma molti elementi dimostrano che in realtà è un cittadino britannico nato in Kenya. In questo caso, non sarebbe ammissibile alla presidenza degli Stati Uniti. Numerose denunce sono state fatte - per lo più da Philip Berg – per fargli riprodurre il suo certificato di nascita. Invano. L’interessato ha sempre preferito non essere rappresentato in tribunale e di pagare una multa.

Annunciando la sua intenzione di candidarsi alle elezioni come proprio successore, Barack Obama ha finalmente deciso di rimuovere il dubbio, pubblicando il famoso documento sul sito web della Casa Bianca, il 27 aprile 2011.

Lo stesso giorno un cittadino statunitense, Albert Renshaw, ha postato su YouTube un video che mostra che se si scarica il documento in pdf e si apre con Adobe Illustrator, si scopre che è stato manomesso. Consultando gli strati (layers), vediamo che diverse voci sono state cancellate e riscritte. Incuriositi, abbiamo immediatamente scaricato il documento e l’abbiamo successivamente aperto con Adobe Illustrator. Si tratta infatti di un falso grossolano.

===

Falso certificato di nascita di Barack Obama, scaricato dal sito della Casa Bianca

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.