Rete Voltaire

L’esercito libero siriano si rivolta contro la Francia

+

La Francia ha organizzato l’Esercito libero siriano (ELS), affidandogli perfino come sua bandiera, quella del mandato francese in Siria (1920-1946). Ha ufficialmente fornito armi e fondi, in violazione dei trattati internazionali. E l’ha informalmente inquadrata con ufficiali ed addestratori per rovesciare il governo legale e legittimo. L’ELS ha distrutto le infrastrutture del paese e scatenato grandi combattimenti che sono costati la vita a circa 60.000 siriani, ma non è riuscito a prendere il potere.

Prendendo atto del fallimento della sua guerra segreta e dell’immancabile sostegno della maggioranza della popolazione siriana allo Stato, la Francia si è disimpegnata dall’ELS quando ha intrapreso la nuova avventura coloniale in Mali.

Infuriati da questo abbandono, i mercenari dell’ELS si sono rivoltati subito contro il loro alleato di ieri. Il video che vedete è stato girato in una "zona liberata di Bansh", non lontano dal confine con la Turchia, venerdì 18 gennaio 2013.

Dopo due anni di guerra occulta in Siria, la Francia è stata esclusa dalla Siria e viene sgridata dall’ELS.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Autori: diplomatici, economisti, geografi, storici, giornalisti, militari, filosofi, sociologi... potete inviarci i vostri articoli.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.