Rete Voltaire

Algeria, Egitto, Emirati Arabi, Marocco e Pakistan hanno acquistato armi da Israele

+

Secondo un rapporto del Department for Business, Innovation and Skills (l’agenzia inglese che sorveglia le esportazioni di armi), citato da Haaretz, il Regno Unito ha approvato la vendita a Israele di componenti elettronici militari per cinque Stati musulmani.

Questi componenti sono utilizzati da Israele per la fabbricazione di attrezzature elettroniche per la difesa, tra cui display per i cruscotti di bordo degli aerei e radar. L’export da Israele è soggetto all’approvazione della Corona.

Secondo il rapporto, che copre un periodo di cinque anni, dal gennaio 2008 al dicembre 2012, è stato dato il permesso a Israele di esportare in Algeria, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Marocco e Pakistan. Il Pakistan ha negato le affermazioni di Haaretz, mentre Israele ha negato di aver venduto armi al Pakistan (per tenersi l’India come cliente).


- «Israel selling military wares to Mideast countries, Britain says», Aluf Benn 11 giugno 2013;
- «Pakistan denies receiving military equipment from Israel», Aluf Benn e Haaretz, 11 giugno 2013;
- «Following Haaretz report, Israel denies selling arms to Pakistan», Aluf Benn e Gili Cohen, 12 Giugno 2013.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Autori: diplomatici, economisti, geografi, storici, giornalisti, militari, filosofi, sociologi... potete inviarci i vostri articoli.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.