Rete Voltaire

Siria: Hollande va in Qatar e Giordania

+

La stampa francese presenta il viaggio del presidente Francois Hollande in Qatar come desiderio di normalizzare le relazioni tra i due Paesi. Citando lo sviluppo delle relazioni con gli altri Paesi del Golfo, dibatte delle polemiche sulle azioni del Qatar nelle periferie francesi, e sulla prospettiva di lucrosi contratti.

Tuttavia, i media stranieri hanno interpretato la mossa in modo diverso. Hollande non va nel Golfo, ma intraprende un tour siriano. Sarα infatti presente a Doha per una conferenza economica franco-qatariota, ma soprattutto alla riunione degli "Amici della Siria" (che coinvolge 11 ministri degli esteri, tra cui John Kerry), poi andrα in Giordania, sempre per discutere della Siria.

Inoltre, vi Φ un certo disagio a negoziare con l’emiro Hamad e il suo primo ministro, mentre i due uomini sono stati sconfessati da Washington e sono in via di dimissioni. Ai primi di agosto, il potere sarα consegnato al principe Tamim.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Autori: diplomatici, economisti, geografi, storici, giornalisti, militari, filosofi, sociologi... potete inviarci i vostri articoli.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.