Rete Voltaire

Putin conferma il passaggio di Snowden in Russia

+

Intervistato a una conferenza stampa con il presidente della Finlandia Sauli Niinistö, Vladimir V. Putin ha confermato che il 25 giugno, a fine pomeriggio, Edward Snowden era in transito "in Russia."

Il presidente russo ha detto che lo statunitense non ha bisogno di un visto di transito per il territorio russo, che il suo arrivo da Hong Kong è stata una sorpresa per Mosca, e che non vi era alcun accordo di estradizione tra la Russia e gli Stati Uniti. Ha osservato che Snowden non è ricercato in Russia, dove non aveva commesso alcun reato e che non vi era alcun motivo per arrestarlo.

Vladimir Putin s’è ben guardato dall’indicare la destinazione finale dell’uomo più ricercato dagli Stati Uniti.

Chiamato "traditore" dai funzionari degli Stati Uniti o "informatore" dai suoi fan, Edward Snowden è un dissidente statunitense che ha diffuso documenti della National Security Agency comprovanti la natura militarizzata del regime di Washington, dove i servizi d’intelligence militari hanno poteri superiori a quelli del presidente e delle istituzioni democraticamente eletti.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Autori: diplomatici, economisti, geografi, storici, giornalisti, militari, filosofi, sociologi... potete inviarci i vostri articoli.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.

Il mondo dopo l'accordo Washington/Teheran
«Sotto i nostri occhi» - Cronaca di politica internazionale n°140
Il mondo dopo l’accordo Washington/Teheran
di Thierry Meyssan
Siria, retorica e verità
Siria, retorica e verità
di Thierry Meyssan
Goldman Sachs - Nato Corp.
“L’arte della guerra”
Goldman Sachs - Nato Corp.
di Manlio Dinucci, Rete Voltaire
 
Clinton, Juppé, Erdoğan, Daesh e il PKK
Un folle ambizione si trasforma in guerra civile
Clinton, Juppé, Erdoğan, Daesh e il PKK
di Thierry Meyssan, Rete Voltaire
 
Patto militare Grecia-Israele
«L’arte della guerra»
Patto militare Grecia-Israele
di Manlio Dinucci, Rete Voltaire
 
La Turchia in pericolo
La Turchia in pericolo
di Thierry Meyssan, Rete Voltaire
 
Francois Hollande, Israele e la bomba atomica
Francois Hollande, Israele e la bomba atomica
di Thierry Meyssan, Rete Voltaire