Rete Voltaire

L’esercito degli Stati Uniti, ridotto dal 14 al 31%

+

Nella conferenza stampa del 25 giugno 2013, il Generale Raymond T. Odierno, Capo di Stato Maggiore dell’Esercito degli Stati Uniti, ha annunciato la riduzione del 14% degli effettivi in 4 anni. Tuttavia, ha detto, se il "sequestro" continuasse nel bilancio 2014, questa prima misura potrebbe essere estesa fino al 31%.

L’esercito ha attualmente 570.000 uomini. La riforma prevede di ridurli a 490.000 (perdendo 12 brigate da combattimento). Se il bilancio 2014 sarà anch’esso limitato, verrebbe ridotto a 390.000.

Da parte sua, l’aviazione ha già disattivato 33 unità da combattimento, cioè più di 500 aeromobili. In tali condizioni, nessuna grande guerra può essere condotta da Washington nel breve o medio periodo.

Dal 2001 al 2010, il bilancio militare degli Stati Uniti è più che raddoppiato.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Autori: diplomatici, economisti, geografi, storici, giornalisti, militari, filosofi, sociologi... potete inviarci i vostri articoli.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.