Rete Voltaire

Papa Francesco e le droghe

+

Contrariamente alle conclusioni tratte da alcuni media, Papa Francesco non ha condannato i piani per liberalizzare le droghe. Visitando dei tossicodipendenti ha detto: "La liberalizzazione del consumo di droga, come attualmente proposta in varie parti dell’America Latina, non ridurrà la portata e l’impatto della tossicodipendenza".

Tuttavia, i piani per liberalizzare le droghe non hanno lo scopo di risolvere il problema della dipendenza, ma di privare le organizzazioni criminali del loro potere. In molti Stati, in particolare in America Latina, le mafie hanno profondamente corrotto la società e diffondono un clima di terrore. Questo è il motivo per cui il presidente uruguaiano José Mujica ne ha proposto la liberalizzazione.

L’intervento del Papa non condanna questa iniziativa, ma sottolinea che non risolverà il problema di salute pubblica.

Papa Francesco è a Rio de Janeiro (Brasile) per la Giornata Mondiale della Gioventù.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Autori: diplomatici, economisti, geografi, storici, giornalisti, militari, filosofi, sociologi... potete inviarci i vostri articoli.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.