Rete Voltaire

La Siria diventa "questione di sicurezza interna" per Stati Uniti e Unione europea

+

I ministri degli interni di Germania, Stati Uniti, Francia, Italia, Polonia e Regno Unito si sono incontrati a Cracovia il 6 febbraio 2014. Tema principale di discussione era la gestione dei jihadisti di ritorno dalla Siria. Mentre i governi dei sei Stati hanno facilitato, nel 2011, l’invio di questi combattenti loro cittadini in Siria, in previsione della "liberazione" da parte della NATO, ora ne temono il ritorno.

I ministri hanno deciso di farne una "questione di sicurezza interna", ha detto il segretario per l’Homeland Security Jeh Johnson, nel suo primo discorso dal giuramento.

Va notato che la Russia ha fatto della Siria una "questione di sicurezza interna" all’inizio del 2012, ritenendo che una volta caduta la Siria, la NATO avrebbe attaccato il Caucaso russo.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.