Erdoğan, Recep Tayyip"> Erdoğan, Recep Tayyip" />
Rete Voltaire

Il ruolo della famiglia Erdogan nel Daesh

+

Per curare i jihadisti feriti del Daesh, il presidente Erdogan ha allestito un ospedale segreto presso le zone di guerra sul territorio turco, a Sanliurfa. La città è già sede di un campo di addestramento segreto di al-Qaida [1]. I feriti vengono trasportati da veicoli militari del MIT (servizi segreti). La supervisione dell’ospedale è data a Sumeyye Erdogan, figlia del presidente Recep Tayyip Erdogan (foto) [2], nonché responsabile delle relazioni internazionali del AKP (partito islamista).

Inoltre, secondo il portavoce del CHP (Partito Socialista), Gursel Tekin, il petrolio derubato dal Daesh viene esportato dalla BMZ Ltd, compagnia di navigazione di Bilal Erdogan, altro figlio del presidente Recep Tayyip Erdogan, in violazione della risoluzione 2170 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite [3].

Traduzione
Alessandro Lattanzio
(Sito Aurora)

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.