Rete Voltaire

La CSTO pronta a lottare contro Daesh sotto l’egida ONU

Riunitisi a Dushanbe (Tagikistan), il 15 Settembre 2015, i capi degli Stati membri dell’Organizzazione del Trattato di Sicurezza Collettiva (CSTO) hanno fortemente condannato il terrorismo in Iraq e in Siria, in particolare quello del cosiddetto Stato islamico ("Daesh").

I leader degli Stati membri della CSTO hanno ricordato che la loro organizzazione potrebbe ora essere schierata sotto l’egida delle Nazioni Unite, allo stesso titolo della NATO.

Hanno convenuto di coordinare i loro interventi all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, alla fine di settembre, in vista della creazione di una coalizione globale contro il terrorismo.

La CSTO comprende Russia, Bielorussia, Armenia, Kazakistan, Kirghizistan e Tagikistan. La Russia presiede il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite durante il mese di settembre 2015.

Nel giugno 2012, in occasione della Conferenza di Ginevra, il presidente Putin aveva previsto di schierare la CSTO in Siria, ma la Francia rilanciò la guerra prima che l’organizzazione fosse pronta.

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.