Rete Voltaire

Lo sradicamento di Daesh alla frontiera siriano-libanese

+

La prima parte della battaglia per lo Jurd d’Ersal, iniziata il 20 luglio scorso, si è conclusa con la vittoria schiacciante di Hezbollah su Al Qaeda (ex Fronte al-Nusra) [1].

Alla fin fine si è giunti a un accordo per il ritiro dei combattenti di Al Qaeda, presenti sia a Ersal sia nella restante parte del Libano. I miliziani sono stati riuniti ed evacuati con 170 autobus a Idleb, nella Siria nord-occidentale.

L’accordo riguardava anche lo statomaggiore regionale di Al Qaeda, installato nel campo palestinese di Ain al-Hilweh (Sidone), zona che gode di extraterritorialità. Facevano parte dello statomaggiore 168 capi terroristi ricercati dalle Nazioni Unite.

Il numero dei membri di Al Qaeda e delle loro famiglie installati in Libano e nello Jurd ammonta a 7.700 persone.

La seconda parte della battaglia sarà contro Daesh, ormai completamente accerchiato in un territorio di 300 chilometriquadri, pressoché deserto. È poco probabile che anche questo scontro possa terminare con un accordo, perché l’unico luogo dove gli jihadisti potrebbero essere spostati è Idleb, dove però soldati di Daesh dovrebbero dichiarare fedeltà ad Al Qaeda.

L’Alto Consiglio libanese per la Difesa si è riunito l’8 agosto, presieduto dal generale Michel Aoun. Esercito libanese, da un lato, e quello siriano e Hezbollah, dall’altro, hanno immediatamente sferrato un’offensiva, conquistando le postazioni avanzate di Daesh.

Nel medesimo tempo, altre unità dell’Esercito Arabo Siriano si apprestano a liberare Deir-ez-Zor e i combattenti kurdi, addestrati dagli Stati Uniti, a liberare Raqqa [[“Accordo segreto per restituire Raqqa alla Siria]”, Traduzione Rachele Marmetti, Rete Voltaire, 6 agosto 2017.].

Dopo sette anni di guerra, nei prossimi mesi il Levante nel suo insieme potrebbe essere liberato dai gruppi jihadisti, eccezion fatta per l’Emirato Islamico di Idleb.

Traduzione
Rachele Marmetti
Il Cronista

[1] “È cominciata la battaglia per il Jurd di Ersal”, Traduzione Rachele Marmetti, Rete Voltaire, 22 luglio 2017.

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.