Rete Voltaire

Washington e Londra rimarranno in Afghanistan a tempo indefinito

+

Nell’audizione del 3 ottobre scorso davanti alla Commissione delle Forze Armate del senato, i generali James Mattis (segretario alla difesa) e Joseph Dunford (capo di stato-maggiore interarmi) hanno dichiarato che gli Stati Uniti rimarranno in Afghanistan per un tempo indefinito, affinché i talebani non abbiano alcuna possibilità di tornare al potere [1].

Inizialmente Stati Uniti e Regno Unito, invocando l’articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite relativo al diritto di legittima difesa, erano intervenuti in Afghanistan con il pretesto di rovesciare i talebani, che proteggevano il responsabile degli attentati dell’11 settembre 2001, Osama Bin Laden [2]. Sedici anni dopo i due Paesi affermano che Osama Bin Laden è morto da tempo e che i talebani non sono più al governo. Sicché ora rimangono in Afghanistan per impedire ai talebani di riprendersi il potere, finalità non contemplata dall’art. 51 della Carta.

In realtà, il piano dell’Ufficio di Riorganizzazione delle Forze Armate (Pentagono) prevede, in particolare, l’occupazione illimitata dell’Afghanistan e, più in generale, dell’Asia centrale [3].

Traduzione
Rachele Marmetti
Il Cronista

[1] “Political and Security Situation in Afghanistan”, US Senate Committee on Armed Services, October 3, 2017.

[2] Lettere degli ambasciatori John Negroponte e Stewart Eldon del 7 ottobre 2001 al presidente del Consiglio di Sicurezza dell’ONU (Ref. S/2001/946 et S/2001/947).

[3] Fonte: The Pentagon’s New Map, Thomas P. M. Barnett, Putnam Publishing Group, 2004. Analyse : “Gli Stati Uniti e il loro progetto militare mondiale”, di Thierry Meyssan, Traduzione Rachele Marmetti, Rete Voltaire, 24 agosto 2017.

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.