Rete Voltaire

Le forze armate russe smentiscono le affermazioni del generale Mattis

+

Il 10 marzo 2018, alle ore 21,30 (ora di Washington), il generale Jim Mattis, a bordo dell’aereo che lo stava trasportando a Oman, ha concesso un’intervista a dei giornalisti. Ancora prima che gli facessero domande, il segretario USA della Difesa ha commentato le dichiarazioni del presidente Putin davanti al parlamento russo [1].

Secondo Mattis, le dichiarazioni di Putin rientrano nella retorica della campagna elettorale presidenziale: le armi descritte non saranno operative prima di molto tempo, dunque non modificano l’equilibrio militare [2].

L’indomani, per tutta risposta, la Federazione Russa ha effettuato un tiro di missile Kinzhal.

La stampa statunitense ha riferito i due episodi, cambiando però la cronologia per far credere che il generale Mattis stesse commentando il tiro del missile supersonico e che non si trattava di una smentita delle affermazioni di Mattis.

Traduzione
Rachele Marmetti
Il Cronista

[1] “Press Gaggle En Route to Oman”, Press Operations, US Department of Defence, March 10, 2018.

[2] “Il nuovo arsenale nucleare russo ristabilisce la bipolarità nell’assetto mondiale”, di Thierry Meyssan, Traduzione Rachele Marmetti, Rete Voltaire, 6 marzo 2018.

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.