Rete Voltaire

Saïf el-Islam Gheddafi pubblica il proprio programma elettorale

+

Allorché in Libia non esiste alcuna autorità politica legittima, quattro personalità, sostenute dai Paesi che hanno distrutto lo Stato libico, si sono impegnate a indire elezioni legislative e presidenziali il 10 dicembre 2018 [1].

Le tribù, su cui la società libica è basata, si sono dichiarate in massa favorevoli alle elezioni, purché vi possano partecipare i sostenitori di Gheddafi, cosa che gli occidentali voglio evitare a ogni costo. Per questa ragione la Corte Penale Internazionale, esclusivamente sulla base di ritagli di giornale, li accusa di svariati crimini e ha emesso mandati d’arresto nei loro confronti.

Diversi sondaggi dicono che il secondo figlio di Muhammar Gheddafi, Saïf el-Islam Gheddafi, è di gran lunga il leader più popolare del Paese. Durante la Jamahiriya Araba Libica ha rappresentato il padre, dimostrando di avere reali capacità di negoziazione e di governo.

Saïf el-Islam Gheddafi ha recentemente pubblicato una brochure per presentare il proprio programma per le elezioni presidenziali.

Traduzione
Rachele Marmetti
Il Cronista

[1] «Déclaration politique sur la Libye» Réseau Voltaire 29 mai 2018, «La Libia secondo l’ONU e secondo la dura realtà», Rete Voltaire, 5 giugno 2018.

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.