Rete Voltaire

L’Oman invita gli Stati arabi a riconoscere Israele

+

Il 22 ottobre il presidente dell’Autorità palestinese, Mahmoud Abbas, si è recato in visita ufficiale in Oman, seguito quattro giorni più tardi dal primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu.

L’Oman non ha relazioni diplomatiche con Israele. Il viaggio di Netanyahu era stato tenuto segreto. Colpito da un cancro, il sultano Qabus è gravemente malato da tre anni. Queste visite ufficiali sono state le sue prime apparizioni pubbliche dalla malattia.

Il 27 ottobre il ministro degli esteri dell’Oman, Yusuf bin Alawi (foto), intervenendo agli incontri di Manama (Bahrein) si è rivolto ai dirigenti arabi presenti invitandoli a prendere atto della realtà e a riconoscere lo Stato d’Israele. Il sovrano del Bahrein, re Hamed ben Issa Al Khalifa, gli ha dato il proprio sostegno.

L’indomani il sultano Qabus ha inviato una delegazione a Ramallah (Palestina) per consegnare una lettera al presidente Abbas.

Sembra che queste manovre diplomatiche poggino su una possibile iniziativa saudita collegata al piano di pace della Casa Bianca.

Traduzione
Rachele Marmetti
Il Cronista

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.