Ogni anno, l’organizzazione di sondaggio Zogby, ha condotto uno studio sulla percezione della politica USA nel mondo arabo (vedi allegato in fondo a questa pagina).

I risultati 2010 indicano in particolare che:
- Gli arabi, che erano stati sedotti da Barack Obama e dal suo discorso al Cairo, ora sono delusi. Ritengono che la nuova amministrazione statunitense è meno islamofoba, non ha davvero cambiato la sua politica regionale. Washington continua a sostenere ciecamente Israele e ad occupare l’Iraq.
- Gli arabi credono che l’Olocausto sia strumentalizzato per creare simpatia per Israele a scapito degli arabi. Sono quindi preoccupati per l’abbondanza di programmi televisivi e film su di esso.
- La maggioranza degli arabi è convinta dai media che l’Iran stia perseguendo un programma nucleare militare segreto. Tuttavia, c’è un ancor più ampia maggioranza convinta che Teheran abbia il diritto di acquisire la bomba e che ciò riequilibri il Medio Oriente, è possibile che esprimano solo un desiderio, più che una convinzione definitiva.
- La Francia rimane la superpotenza più popolare tra gli arabi.
- I tre leader politici più popolari nel mondo arabo non sono arabi, ma turco (Recep Erdogan), venezuelano (Hugo Chavez) e iraniano (Mahmoud Ahmadinejad). I tre leader arabi più popolari tra gli arabi sono il libanese Hassan Nasrallah, il siriano Bashar al-Assad e Sheikh bin Rashid Al Maktoum degli Emirati.

===

2010 Arab Public Opinion Poll (PDF – 808,1 kb)

Traduzione di Alessandro Lattanzio