L’esercito siriano ha sconfitto il gruppo armato che aveva preso il controllo di Jisr al-Choughour, una città al confine con la Turchia, che aveva ucciso 120 membri delle forze di sicurezza.

Una fossa comune è stata scoperta, in cui sono stati estratti i corpi di dieci soldati che gli aggressori, a seconda il caso, avevano decapitato o mutilato delle membra.

La Siria sta affrontando una destabilizzazione militare orchestrata da gruppi estremisti religiosi e mercenari reclutati dal principe Bandar bin Sultan dell’Arabia Saudita e addestrati dalla CIA.

JPEG - 39.6 Kb
JPEG - 44.8 Kb

Traduzione di Alessandro Lattanzio