Rete Voltaire

Dei documenti attestano il ruolo di Sir Mark Allen in Libia

+

Dei documenti finiti nelle mani del Consiglio nazionale di transizione, dopo la caduta di Tripoli, evidenziano il ruolo di Sir Mark Allen, vice direttore dell’MI6 per il controterrorismo, nello sviluppo dei legami tra la Corona e la Libia.

I negoziati tra i due stati iniziarono subito dopo l’invasione dell’Iraq nel 2003. Tripoli, che era consapevole di essere il prossimo obiettivo, cercava di risolvere tutte le controversie in sospeso. Sir Mark Allen facilitò anche la ripresa dei rapporti con Washington e Londra (disarmo, Lockerbie, le infermiere bulgare ...)

Il suo contatto principale in Libia, era il capo dell’intelligence estera Moussa Koussa, con il quale aveva stabilito un rapporto speciale. Koussa ha anche disertato in piena guerra, raggiungendolo a Londra.

Dopo la pensione, Sir Mark Allen è diventato un consigliere politico della BP e consulente del Monitor Group, una gruppo di lobbying che ha difeso gli interessi di Saif al-Islam Gheddafi e ha un contratto per le relazioni pubbliche con la Jamihiriya.

I documenti sequestrati non riguardano il ruolo di Tony Blair, che era diventato un consulente ben pagato del governo libico.

Sir Mark Allen è accusato di aver usare le carceri libiche per permettere agli agenti dell’MI6 di torturare dei prigionieri sottrattisi alle leggi britanniche. Dovrebbe presto essere sentito a porte chiuse, al riguardo, presso la Commissione Gibson.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.