La proposta dai leader democratici e repubblicani della commissione affari esteri, Robert Menendez (D-NJ) e Bob Corker (R-TN), è stata adottata in commissione con 15 voti a favore e 3 contrari, il 21 maggio 2013 [1].

La proposta sarà presentata al Senato e alla Camera dei Rappresentanti, ed ha lo scopo di armare una fazione ribelle "rispettosa dei diritti umani e non legata al terrorismo", per rafforzare la posizione degli Stati Uniti in occasione della conferenza "Ginevra-2."

Nel caso in cui la proposta sia seguita dall’Unione europea, l’Austria ha subito annunciato che avrebbe ritirato il suo contingente dalla forza degli osservatori incaricata del disimpegno delle Nazioni Unite (UNDOF). Composta da indiani, filippini e austriaci, l’UNDOF osserva il disimpegno militare israeliano dal Golan siriano occupato.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

[1] "Nuova proposta del Senato statunitense sulla Siria", Rete Voltaire, il 20 maggio 2013.