Robert Ford, l’ambasciatore USA in Siria, dovrebbe lasciare presto l’ufficio. Ford è un ex vice di John Negroponte a Baghdad, che gli aveva insegnato a destabilizzare uno Stato come aveva fatto in Nicaragua. Ha quindi applicato questo metodo in Siria: ha prima corrotto dei funzionari dei servizi segreti siriani per contrabbandare armi e costruire tunnel, e poi ha inviato i jihadisti ad avviare la "primavera araba". Richiamato a Washington nell’ottobre 2011, è attualmente di stanza in Turchia.

Il dipartimento di Stato ha riferito che il diplomatico decade a fine giugno e che la sua partenza non è causata da un cambiamento politico.

Traduzione di Alessandro Lattanzio