L’ex Primo ministro e ministro degli Esteri del Qatar, lo sceicco Hamad bin Jassim al-Thani ("HBJ") è stato rimosso dalla direzione del fondo sovrano dell’emirato, la Qatar Investment Authority, 2 luglio 2013.

L’emiro Hamad e il Primo ministro sono stati costretti a cedere il passo a sheikha Mozah bint Nasser al-Missned e al suo secondogenito Tamim, su imperio della Casa Bianca. Se la crisi tra l’emiro Hamad e sua moglie è seguita dai giornali del Golfo da due anni, le ragioni precise della decisione di Washington sono sconosciute. Due ipotesi vengono avanzate : o l’emiro e il Primo ministro sono stati puniti per il loro fallimento in Siria, o hanno compromesso gli interessi finanziari degli Stati Uniti attraverso la Qatar Investment Authority.

HBJ, già ministro degli Esteri dal 1992, è stato il mandante del colpo di Stato che permise all’emiro Hamad di succedere al padre, l’emiro Khalifa, nel 1995.

"Pieno di saggezza" (sic), l’emiro Hamad, questo "visionario" (sic), è stato sostituito dall’emiro Tamim il 25 giugno 2013. Questa è la prima volta che un emiro del Golfo cede "volontariamente" (ri-sic) il trono. C’è voluta una settimana a sheikha Mozah per sbarazzarsi dell’ex primo ministro. Post-Scriptum

Traduzione di Alessandro Lattanzio