Rete Voltaire

Identificazione dei bambini morti a Ghuta

+

A seguito della diffusione delle immagini da parte dell’esercito libero siriano e riprese dai servizi statunitensi e francesi, della strage di Ghuta, le famiglie alawite di Latakia hanno presentato una denuncia per omicidio.

Alcuni dei video sono stati ripresi e postati su YouTube prima dell’evento che descriverebbero [1].

È possibile vedere dei bambini soffocare per avvelenamento chimico, forse gas sarin (gas che causa bava gialla e non bianca).

I bambini non corrispondono a un campione della popolazione: hanno quasi tutti la stessa età e hanno capelli chiari. Non sono accompagnati dai loro famigliari in lutto.

Si tratta infatti di bambini rapiti dai jihadisti due settimane prima, nei villaggi alawiti nei pressi di Latakia, a 200 km da Ghuta.

Contrariamente a quanto sostiene l’Esercito libero siriano ed i servizi occidentali, le vittime identificate della strage di Ghuta, provengono da famiglie che sostengono il governo siriano. Coloro che presentano il video, indignati dai "crimini di Bashar al-Assad" sono in realtà i loro assassini.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

[1] "Sul video della strage del 21 agosto", Rete Voltaire, 30 agosto 2013.

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.