La società Burisma Holdings, prima società gasifera ucraina, ha confermato il 13 maggio 2014 la nomina di R. Hunter Biden (nella foto) nel suo Consiglio di Amministrazione. Ci troviamo Devon Archer, che l’ha preceduto di poche settimane.

R. Hunter Biden è il figlio del vicepresidente degli Stati Uniti Joe Biden. Devon Archer è stato presidente del Comitato di sostegno per la campagna presidenziale dell’attuale segretario di Stato, John Kerry. Devon Archer è stato coinquilino di Christopher Heinz (figliastro di John Kerry) durante l’università. In seguito ha fondato la Rosemond Seneca Partners, per consulenze finanziarie e politiche, dove R. Hunter Biden è direttore.

La Burisma Holdings è una società molto riservata, registratasi a Cipro dopo la "rivoluzione arancione". Ha acquisito la maggior parte delle società gasifere ucraine.

Secondo l’Anti-Corruption Action Center, Burisma Holdings dal 2011 appartiene ad Igor Kolomojskij [1]. Quest’ultimo, che presiede il Parlamento ebraico europeo e possiede la metà della TV Jewish Newse One [2], è stato nominato il 2 marzo, dalle autorità della giunta di Kiev, governatore dell’oblast di Dnepropetrovsk. Finanzierebbe le truppe d’assalto coinvolte nel massacro del 2 maggio di Odessa [3].

Traduzione di Alessandro Lattanzio

[1] "Kings of Ukrainian Gas", Anticorruption Action Center, 26 agosto 2012.

[2] “Avviato il canale satellitare Jewish News One”, Rete Voltaire, 26 settembre 2011.

[3] Les massacres d’Odessa sonnent le glas de l’unité ukrainienne", Oriental Review/Réseau Voltaire, 12 maggio 2014.