Rete Voltaire

I tedeschi denunciano il sostegno del loro Paesi ai nazisti ucraini

+

Il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier, ha perso la pazienza in una riunione elettorale della SPD sull’Alexanderplatz a Berlino. Il ministro ha difeso la sua politica in Ucraina, mentre dei contestatori l’hanno apostrofato per il suo sostegno ai nazisti ucraini. Gli ha detto che erano guerrafondai mentre l’Unione europea e l’SPD rappresentano la pace.

Non è la prima volta che il governo tedesco viene criticato per il suo sostegno agli estremisti ucraini contro la Russia. I tre ex-cancellieri Helmut Schmidt, Helmut Kohl e Gerhard Schröder hanno espresso riserve od opposizione a tale politica. La settimana scorsa la cancelliera Angela Merkel è stato fischiata durante un incontro con gli elettori, scandendo "No al sostegno ai nazisti in Ucraina!".

L’ex-capo dei servizi segreti Steinmeier ha svolto un ruolo centrale nel sostegno tedesco al terrorismo dell’UCK durante la guerra della NATO in Kosovo. Sembra essere il principale artefice del sostegno tedesco ai nazisti ucraini.

Le esportazioni dalla Germania verso la Russia sono diminuite del 16% a gennaio e febbraio 2014.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.