Rete Voltaire

Burkina Faso: colpo di Stato nella rivoluzione

+

La folla ha improvvisamente estromesso il presidente Blaise Compaore, il 30 ottobre 2014, dopo 27 anni di potere in Burkina Faso. Rimasto al potere dalle rivolte del 2011 tramite una repressione spietata, s’è rapidamente dimesso ed è fuggito in Costa d’Avorio. Compaore aveva annunciato l’intenzione di modificare l’articolo 37 della costituzione, in modo da poter essere candidato nel 2015 e proseguire il mandato. In linea di principio, l’Unione africana condanna i leader che cambiano la Costituzione per candidarsi a tempo indeterminato e rimanere al potere.

Blaise Compaore è salito al potere il 15 ottobre 1987 rovesciando e assassinando il suo predecessore, l’antimperialista Thomas Sankara, un leader del Movimento dei Paesi Non Allineati conosciuto per il suo stile di vita frugale e la difesa degli oppressi. Il colpo di Stato fu preparato dalla Francia, allora governata in coabitazione da François Mitterrand e Jacques Chirac.

Durante i suoi 27 anni al potere, Blaise Compaore ha sostenuto le operazioni neo-coloniali francesi e, talvolta, statunitensi in Angola, Liberia, Sierra Leone, Mali, Guinea e Costa d’Avorio.

Con l’aiuto della Francia, è stato esfiltrato ed è fuggito in Costa d’Avorio, dove detiene la cittadinanza per matrimonio. Tuttavia, ha giocato un ruolo centrale nella destabilizzazione del presidente ivoriano Laurent Gbagbo (che si era ribellato agli Stati Uniti) e legittimato il suo successore Alessane Ouattara quando fu imposto dalle forze francesi. All’epoca, l’ex-alto commissario dei Diritti umani delle Nazioni Unite, Louise Arbour, disse: "Il signor Compaoré, capo militare di un colpo di Stato e padrino politico di Charles Taylor non è l’uomo più adatto a predicare la democrazia e (promuovere) il potere civile".

Dopo le dimissioni del presidente Compaoré, il capo di stato maggiore dell’esercito, generale Honore Traore, annunciava il 31 ottobre che la transizione avverrà nei prossimi dodici mesi. Tuttavia, il giorno dopo, 1° novembre, lasciava il posto al tenente-colonnello Isaac Yacouba Zida, su pressione degli Stati Uniti.

Nel 2012, il tenente-colonnello Isaac Yacouba Zida fu addestrato al terrorismo nella MacDill Air Force Base (Florida) e seguÏ un corso d’intelligence militare del Pentagono in Botswana.

Nel 2012 gli Stati Uniti organizzarono un colpo di Stato in Mali, cinque settimane prima delle elezioni presidenziali e senza che il presidente si fosse candidato. Il capitano Amadou Sanogo, che seguì l’addestramento militare negli Stati Uniti come il tenente-colonnello Isaac Yacouba Zida, ben presto cedette il posto a un candidato alle elezioni presidenziali, senza che avessero luogo. Il nuovo presidente Dioncounda Traore fu legittimato dal suo collega ivoriano Alassane Ouattara,... quindi invocò l’intervento militare francese nel suo Paese.

Mentre la legge degli Stati Uniti richiede all’esecutivo di sanzionare qualsiasi governo nato da un colpo di Stato militare, il dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha salutato l’avvento al potere del tenente-colonnello Isaac Yacouba Zida e chiesto d’insediare al più presto un governo civile.

Traduzione
Alessandro Lattanzio
(Sito Aurora)

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.