Rete Voltaire

Regno Unito e Francia bombardano il Daesh in Siria

+

Contrariamente alle dichiarazioni pubbliche, Regno Unito e Francia sono coinvolti nei bombardamenti della coalizione anti-Daesh in Siria.

I due stati europei pretendono ancora oggi di non essere presenti in Iraq. Tuttavia, un documento del Ministero della Difesa inglese ottenuto da Reprieve attesta l’impegno delle forze di Sua Maestà. Mentre l’intervento del ministro della Difesa, Michael Fallon, in risposta alle critiche dell’opposizione nella Camera dei Comuni, lascia pochi dubbi sulla presenza francese.

Da parte sua, il portavoce della Coalizione ha negato che il suo Stato Maggiore si coordini, direttamente o indirettamente, con quello dell’Esercito arabo siriano. Ma tale dichiarazione, volta a salvare l’onore di Londra e Parigi ancora contrarie a Damasco, è stata contraddetta dal portavoce del PYG (curdi siriani), secondo cui il coordinamento tra i due Stati Maggiori è fornito dal partito curdo siriano, avvertendo Damasco sui piani di volo della Coalizione, in modo che i suoi aerei possano volare senza essere abbattuti.

JPEG - 53.7 Kb
Vignetta de The Independent del 20 luglio 2015.

Traduzione
Alessandro Lattanzio
(Sito Aurora)

Documenti allegati

 
Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.