Rete Voltaire

Washington toglie le sanzioni contro il Bahrein

+

La Casa Bianca ha tolto, il 29 giugno 2015, le sanzioni contro il Bahrein che aveva imposto dopo la repressione della manifestazioni del 2011.

Il portavoce del dipartimento di Stato, John Kirby, ha indicato che, secondo lui, la situazione non era ancora accettabile, ma migliorata con la liberazione di Ibrahim Sharif Al-Sayed (segretario generale di Wa’ad, partito nazionalista laico di sinistra) [1].

Sul posto, rileviamo invece che i dirigenti sciiti sono ancora imprigionati.

La decisione della Casa Bianca è giustificata dall’aiuto apportato dal Bahrein alla campagna contro l’Emirato islamico. Potrebbe essere legata all’accordo regionale USA-Iran, la cui firma è imminente.

Traduzione
Federico Vasapolli

[1] “Lifting Holds on Security Assistance to the Government of Bahrain”, Press Statement di John Kirby, Department of State, June 29, 2015.

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.