Indipendentemente dalla cessazione delle ostilità – che non riguardano né Al-Qaïda, ne Daesh –, in Siria continuano ad arrivare jihadisti e armi

Si segnala che, dall’inizio del cessate il fuoco, svariate migliaia di uomini sia riuscita a penetrare nel territorio attraverso la frontiera turca.

Il primo marzo 2016 un cargo battente bandiera togolese, il Trader, è stato bloccato dalla guardia costiera greca. In provenienza dalla Turchia, la nave trasportava dei container di armi per i gruppi armati combattenti in Siria. Il mercantile si trova attualmente ammarato nel porto di Chania.

Traduzione
Paola Grieco