Storicamente, i neo-conservatori sono un gruppuscolo trotzkista statunitense costituito attorno alla rivista Commentary al soldo della CIA, al fine di lottare contro l’URSS. In seguito, si unirono al Partito Repubblicano e appoggiarono i Premier Reagan e Bush Sr.

Girarono le spalle a Bush Sr. quando questi decise di astenersi dalla distruzione dell’Irak durante l’operazione “Tempesta nel deserto”. Appoggiarono, poi, la candidatura di Bill Clinton e il Partito Democratico.

Tuttavia, si misero contro il Presidente Clinton quando questi frenò la guerra del Kosovo. Nel periodo in cui fu coinvolto nello scandalo Lewinsky, appoggiarono di nuovo il Partito Repubblicano e prepararono la candidatura di Bush Jr.

Il vento non cessa di cambiare e i neo-conservatori hanno da poco pubblicato una lettera aperta contro la candidatura di Donald Trump [1]. Stanno preparando, in tal modo, il ritorno del Partito Democratico, se i sondaggi dovessero dare Hilary Clinton per vincitrice.

In questo caso, l’elezione presidenziale avrebbe il vantaggio di chiarire la situazione sulla posizione dei neo-conservatori - Falconi Liberal - e mettere in evidenza la Leadership di Hilary Clinton sull’insieme del “Partito della guerra”.

Traduzione
Paola Grieco

[1] “Open Letter on Donald Trump from GOP National Security Leaders”, Voltaire Network, 3 March 2016.