Ricco uomo d’affari ed ex governatore del Katanga, Moïse Katumbi è stato arrestato il 13 maggio scorso. Era uno dei più importanti leader d’opposizione al presidente della Repubblica Democratica del Congo (RDC) Joseph Kabila. Sarebbe stato “brutalizzato” dalla polizia e poi ricoverato in ospedale.

Il 20 maggio, il procuratore generale di Lubumbashi ha annunciato che Katumbi è imputato di «attentato alla sicurezza interna ed esterna dello Stato». Ora si trova in carcere.

La magistratura della RDC lo accusa di aver assoldato dieci mercenari statunitensi per compiere un colpo di Stato. Il principale sospettato Lewis Darry L., ex contractor della Blackwater, è stato interrogato alla presenza di diplomatici statunitensi e ha ammesso i fatti. Washington ha preso le distanze dagli imputati.

Secondo l’AFP, Moïse Katumbi sarebbe arrivato in Africa del Sud nella notte dal 20 al 21 maggio.

Dossier penale di Moïse Katumbi Chapwe”, Traduzione Rachele Marmetti, Rete Voltaire, 18 maggio 2016.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo