I ministri degli Esteri francese e tedesco, Jean-Marc Ayrault e Frank-Walter Steinmeier, riprendendo il progetto europeo di Winston Churchill, hanno ideato il progetto di «Nuova Europa» dopo la Brexit.

Dal documento redatto dai due ministri [1] si evince che il progetto è costituito da tre grandi temi:
-  La sicurezza europea, che riprende i contenuti della Comunità europea di difesa (CED, respinta nel 1950);
-  L’asilo politico dei migranti;
-  La crescita economica e l’euro.

Per ciò che concerne la sicurezza, Ayrault e Steinmeier sollecitano una fusione delle politiche estere e di difesa dei Paesi membri, la creazione di ambasciate comuni e la costituzione di un unico esercito. Non precisano quale sarà il futuro del seggio francese nel Consiglio di sicurezza, né quello della forza nucleare della Francia. Annunciano un’iniziativa comune per «la stabilizzazione, lo sviluppo e la ricostruzione» della Siria. Per la lotta contro il terrorismo propongono l’armonizzazione delle norme penali dei Paesi membri, oltre alla creazione di un coordinamento europeo dei servizi d’informazione.

Riguardo al problema dell’immigrazione, i due ministri sollecitano un rafforzamento della sorveglianza comune delle frontiere europee. Senza mettere in causa la definizione di “rifugiati”, affermano che tutti i migranti hanno diritto alla protezione prevista dalle Convenzioni di Ginevra. Pur riconoscendo precedenti diversi, decidono di condividere le proprie esperienze in materia.

Riguardo alla crescita economica e alla moneta comune, i ministri francese e tedesco chiedono un’armonizzazione delle politiche fiscali e una stretta convergenza dei bilanci nazionali, in modo da garantire il buon funzionamento dell’euro. Raccomandano la creazione di una nuova assemblea europea incaricata di controllare la politica monetaria. Dovrebbe essere composta da deputati europei della zona euro e da deputati nazionali.

Interrogata a proposito del documento, la cancelliera Merkel ha dichiarato di non essere coinvolta nella riflessione dei due ministri.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo

[1] “A strong Europe in a world of uncertainties”, by Jean-Marc Ayrault, Frank-Walter Steinmeier , Voltaire Network, 27 giugno 2016.