La 8e Camera penale del tribunale d’Istanbul ha disposto la chiusura temporanea del quotidiano kurdo Özgür Gündem.

La decisione rientra nell’ambito della purga successiva al colpo di Stato, benché il quotidiano non sia minimamente implicato nei fatti.

Fondato nel 1992, Özgür Gündem è rimasto chiuso per oltre due terzi del tempo a causa di problemi con le autorità turche. Ventisette suoi giornalisti sono stati assassinati nei primi due anni di pubblicazione. L’amministrazione Erdoğan ha ripreso le ostilità a gennaio 2014, in seguito alla pubblicazione di un articolo di Thierry Meyssan (si veda l’ingiunzione allegata). Successivamente il quotidiano si è inimicato nuovamente il regime, soprattutto pubblicando il resoconto della parte avuta dalla Turchia alla riunione di preparazione dell’attacco d’al-Anbar (regione sunnita d’Iraq) da parte di Daesh e del governo regionale curdo d’Irak.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo

Documenti allegati


(PDF - 13.9 Kb)