Il ministro della Difesa britannico, Michael Fallon, ha annunciato che il Regno Unito riformerà l’Esercito Siriano Libero [ESL]. Il governo inglese riprenderà quindi il programma di addestramento dei cosiddetti combattenti moderati, iniziato nel 2014 da Obama.

L’Esercito Siriano Libero è stato creato dalla Francia nel 2011, intorno al capo libico di al-Qaeda Abdelhakim Belhaj. L’operazione era stata presentata come un aiuto ai disertori siriani guidati dal colonnello Riad el-Asaad. Gradualmente, i membri dell’ESL si sono poi congiunti ad al-Qaeda. Nel 2016, l’etichetta ESL è stata ripescata dalla Turchia per denominare le proprie milizie turcomanne.

A loro volta, gli Stati Uniti avevano speso mezzo miliardo di dollari per l’addestramento dei nuovi “combattenti ribelli”. La totalità dei soldati addestrati oggi però appartiene ad al-Qaeda.

È quindi molto probabile che il nuovo programma britannico mascheri un altro aiuto ad al-Qaeda.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo