In un’intervista concessa il 23 novembre 2016 alla rete televisiva portoghese RTP, il presidente egiziano Abdel-Fattah al-Sissi ha dichiarato: «Sarebbe auspicabile un sostegno internazionale agli eserciti nazionali di Libia, Iraq e Siria per garantire la sicurezza di questi Paesi».

Il presidente al-Sissi ha così svelato un segreto fino a ora ben custodito: nonostante le minacce saudite, l’Egitto ha fornito armi alle forze lealiste di Libia, Iraq e Siria.

L’8 ottobre scorso, al Consiglio di sicurezza ONU, l’Egitto ha votato in favore di una proposta di risoluzione russa riguardante la guerra contro la Siria. L’Arabia saudita ha immediatamente reagito tagliando il rifornimento di combustibile all’Egitto.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo