Il ministro dell’Interno egiziano ha confermato l’arresto di Sahar M. Aa (44 anni), di Sayyaf A.I. (22 anni), di Mohammad H.M., di Mustafa A.M. (25 anni) e del fotografo Mustafa A. Aa (21 anni) mentre stavano scattando fotografie da postare su Facebook.

I due figli di Sahar, insanguinati, recitavano la parte di bambini di Aleppo, presentati come vittime dei bombardamenti russi.

Il gruppo aveva già diffuso in rete una grande quantità di foto false su Aleppo.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo