Il 23 dicembre 2016 il presidente Barack Obama ha firmato la Legge fiscale per la Difesa 2017 (National Defense Authorization Act for Fiscal Year 2017, ndt). Nella sezione 1287di questo provvedimento viene istituito il Centro di impegno globale (Global Engagement Center), finalizzato alla lotta contro la propaganda e la disinformazione nemiche [1].

Questa nuova istituzione, che si aggiunge al Centro di comunicazione strategica della NATO e all’Unità di comunicazione strategica dell’Unione europea [2], potrà disporre di un budget di 140 milioni di dollari, integrati dai finanziamenti del ministero della Difesa e della segreteria di Stato.

Il Global Engagement Center sarà sottoposto alla sorveglianza del segretario di Stato, cui spetterà il compito di valutare cosa debba essere considerato “propaganda straniera”. I fondi potranno essere utilizzati anche per appaltare servizi a fornitori privati (società civile, media, ONG, centri di ricerca, società private, università).

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo

[1] “Global Engagement Center”, Voltaire Network, 23 December 2016.

[2] “La campagna della NATO contro la libertà di espressione”, di Thierry Meyssan, Traduzione Matzu Yagi, Megachip-Globalist (Italia) , Rete Voltaire, 7 dicembre 2016.