Il 19 dicembre 2016, in una riunione del loro Consiglio, gli jihadisti di Ahrar al-Sham (Movimento degli uomini liberi del Sham) – principale gruppo “moderato” (leggasi: “moderatamente anti-imperialista”) – hanno rifiutato la fusione con Jabhat Fateh al-Sham (Fronte della conquista del Sham).

Il Consiglio si è riunito appena prima della grave sconfitta che la liberazione di Aleppo-Est ha rappresentato per Ahrar al-Sham.

Jabhat Fateh al-Sham, che prima si chiamava Al-Nusra, è il ramo siriano di Al Qaeda.

Nella foto i due gruppi sembrano già molto vicini: bandiera bianca per Ahrar al-Sham, bandiera nera per Al Qaeda.

Dopo che la Turchia sembra aver rinunciato all’obiettivo di rovesciare la Repubblica araba siriana, diversi gruppi jihadistisi si volgono ora verso l’Arabia saudita, in cerca di nuovi aiuti.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo