In una serie di editoriali sul quotidiano Aydınlık il generale İsmail Hakkı Pekin, ex direttore dell’intelligence, ammonisce che la sopravvivenza della Turchia è direttamente minacciata. Gli artefici del caos in Medio-Oriente si apprestano infatti a scatenarvi una nuova guerra.

Il generale, che era stato arrestato nell’ambito dell’affare Ergenekon, ha esortato il presidente Recep Tayyp Edoğan a rinunciare, viste le circostanze, all’annunciato referendum di revisione della Costituzione.

Secondo il generale, è necessario, per la sopravvivenza della Turchia, preservare l’unità nazionale alleandosi con Russia, Iran e Siria.

« Halka dayalı ordu ve savunma sistemi », İsmail Hakkı Pekin, Aydınlık, 1 Şubat 2017.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo