Il nuovo presidente della Commissione per l’intelligence della Camera dei rappresentanti, Devin Nunes (Partito repubblicano, California), ha tenuto una conferenza stampa sulla questione delle intercettazioni telefoniche dell’équipe di Trump.

Nunes ha confermato che membri dell’équipe di Trump sono stati “accidentalmente” ascoltati dall’intelligence.

“Accidentalmente” significa che i collaboratori di Trump, pur non essendo l’obiettivo delle intercettazioni, sono stati ascoltati nel corso di conversazioni con persone sottoposte a sorveglianza telefonica.

Devin Nunes ha precisato che, contrariamente alla procedura abituale, i nomi delle persone poste sotto controllo non figurano nei rapporti che le agenzie hanno consegnato alla Commissione da lui presieduta.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo