Secondo l’edizione della sera della BBC, Newsnight, Salman Abedi, l’autore dell’attentato di Manchester, e suo padre, Ramadan Abedi, agente dell’MI6, hanno partecipato al rovesciamento della Jamahiriya araba libica.

Con gli accordi di Lancaster House, Regno Unito e Francia si erano impegnate a rovesciare la Jamahiriya Araba Libica e la sua guida, Muammar Gheddafi. All’inizio, l’operazione, coordinata dalla NATO, si appoggiava a terra esclusivamente sulle milizie di Al-Qaeda. In seguito, vi partecipò anche la tribù dei Misratas.

Ramadan Abedi, ex ufficiale dei servizi d’intelligence libici passato a quelli britannici, era stato inviato dall’MI6 a prendere parte all’operazione in seno ad Al-Qaeda [1]. Suo figlio Salman, che all’epoca aveva 16 anni, si batté in Libia al suo fianco.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo

[1] “Manchester, l’MI6, Al-Qaeda, Daesh e gli Abedi”, Traduzione Rachele Marmetti, Rete Voltaire, 25 maggio 2017.