Il governo turco ha consegnato alla Commissione Europea il dossier per la liberalizzazione dei visti europei ai propri concittadini.

Durante la crisi dei migranti, in cambio della propria cooperazione, la Turchia aveva preteso la liberalizzazione dei visti. La Commissione aveva fissato 72 condizioni cui oggi la Turchia dichiara di aver ottemperato.

La Commissione valuterà gli elementi forniti dalla Turchia.

Il presidente Recep Tayyip Erdoğan incontrerà il 26 marzo a Varna il presidente della Commissione, Jean-Claude Junker, e quello di turno del Consiglio Europeo, il mafioso bulgaro Boris Borissov.

I cittadini turchi [potenzialmente interessati] sono oltre 82 milioni.

Un rifiuto dell’Unione Europea annullerebbe l’accordo per il controllo dell’immigrazione e darebbe nuovo vigore all’ingresso dei migranti in Unione Europea attraverso la Turchia.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo