Una televisione austriaca ha diffuso un reportage su un rifugiato siriano cristiano deciso a rientrare nel proprio Paese.

Nella testimonianza questo rifugiato riferisce di aver lasciato la Siria per sfuggire agli islamisti e di essere partito per l’Europa sperando di ritrovarvi la libertà. Invece sarebbe stato interrogato dalla polizia tedesca senza troppi riguardi e inserito in un campo di rifugiati, insieme a seguaci di Al Qaeda e di Daesh, dove era l’unico cristiano.

Nel servizio televisivo il giovane s’interroga sull’avvenire di un’Europa che offre rifugio agli islamisti.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo