Su richiesta del governo degli Stati Uniti, le Comore hanno annullato 155 passaporti, la maggiore parte dei quali era stata rilasciata a personalità iraniane che li utilizzavano per aggirare l’embargo statunitense contro l’Iran.

Secondo Reuters [1], il sistema era stato istituito all’epoca del presidente Mahmoud Ahmadinejad , egli stesso recatosi alle Comore.

La Francia sarebbe coinvolta nell’affare perché ospita un gran numero di comoriani, come del resto il Belgio, di cui una società privata stampa i passaporti comoriani.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo

[1] “As sanctions bit, Iranian executives bought African passports”, Bozorgmehr Saharafedin & David Lewis, Reuters, June 29, 2018.