Secondo l’agenzia Fars, dopo l’incontro tra i due capi dei servizi d’intelligence degli Emirati e della Siria, i generali Mahamat Al-Chamsi e Ali Mamlouk, si sarebbe deciso di riaprire l’ambasciata degli Emirati Arabi Uniti a Damasco.

Gli Emirati hanno già riattivato un collegamento aereo con Damasco.

Lo sceicco Mohammed ben Zayed Al Nahyane (foto), cadetto del sovrano e uomo forte del Paese, avrebbe deciso di battere sul tempo gli occidentali.

Per iniziativa di Regno Unito e Francia, all’inizio della guerra pressoché tutte le ambasciate in Siria sono state chiuse.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo