Il 25 febbraio 2019 la Corte Internazionale di Giustizia, cui il 22 giugno 2017 aveva fatto ricorso l’Assemblea Generale dell’ONU, ha dichiarato che i britannici, nel 1968, hanno truccato l’indipendenza della Repubblica di Maurizio, sottraendole l’arcipelago delle Chagos.

La Corte ha stabilito che il processo di decolonizzazione (1965-1968) ha disatteso le pertinenti risoluzioni dell’Assemblea Generale, in particolare la risoluzione 1514, che vieta di smembrare un territorio da decolonizzare.

Il Regno Unito ha deportato tutta la popolazione delle Chagos per affittarle agli Stati Uniti, che vi hanno istallato la base di Diego Garcia. Attualmente ospitano una base militare aeronavale USA e una base d’intercettazione dei “Cinque Occhi”, Echelon.

La Corte internazionale ha stabilito che gli indennizzi corrisposti dal Regno Unito agli abitanti delle Chagos non possono compensare la perdita di sovranità.

Spetta all’Assemblea Generale fissare le modalità di restituzione dell’arcipelago alla Repubblica di Maurizio.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo