Rete Voltaire

L’ONU ingiunge a Londra di restituire l’arcipelago delle Chagos, fra cui Diego Garcia

+

Il 22 maggio 2019 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha ingiunto al Regno Unito di Gran Bretagna e d’Irlanda del Nord di lasciare entro sei mesi l’arcipelago delle Chagos, occupato illegalmente, e di restituirlo alla Repubblica di Maurizio.

La Corte Internazionale di Giustizia, cui il 22 giugno 2017 l’Assemblea Generale aveva chiesto di dirimere il litigio fra Repubblica di Maurizio e Regno Unito, ha stabilito che questi aveva camuffato l’indipendenza di Maurizio, smembrandone illegalmente il territorio.

Con la risoluzione del 22 maggio 2019, l’Assemblea Generale ingiunge al Regno Unito di permettere agli abitanti delle Chagos di tornare nel territorio che erano stati costretti a lasciare.

Con grande sorpresa, la risoluzione è stata adottata con 116 voti a favore, 6 contrari (Australia, Stati Uniti, Ungheria, Israele, Maldive, Regno Unito) e 56 astensioni (fra cui Germania e Francia).

Si tratta di una questione particolarmente sensibile: se il Regno Unito dovesse decolonizzare l’arcipelago delle Chagos, la locazione concessa fino al 2036 agli Stati Uniti per installare una gigantesca base militare sull’isola di Diego Garcia è da ritenere nulla e non avvenuta. Il Pentagono ha speso 3 miliardi di dollari per costruire la base “Camp Justice”, che ospita, tra l’altro, una prigione segreta della CIA. La base, sottoposta a misure di sicurezza molto stringenti, ospita un migliaio di militari e circa 2.500 contrattisti. Alla sua manutenzione provvedono dei filippini, pagati 450 dollari al mese.

In Island of Shame: The Secret History of the U.S. Military Base on Diego Garcia, Princeton University Press, 2011 (L’Isola della vergogna: storia segreta della base militare di Diego Garcia), David Shame ha dimostrato che in realtà il Regno Unito ha ceduto alle pressioni USA che, nel 1958, con lo Strategic Island Concept (Concetto di Isola Strategica) avevano individuato un certo numero di isole di cui avevano bisogno per controllare gli oceani e contenere l’URSS (containment). Il Pentagono ordinò l’espulsione delle popolazioni di Pearl Harbor (1887), Guam (1889), Panama (1831), Attu (1942), Vieques (1942), Culebra (1948), Okinawa (1948), Thule (1953) e Marshall (1960). Quando Londra acconsentì a concedere l’uso di Diego Garcia agli Stati Uniti, il primo ministro britannico si inquietò delle conseguenze a lungo termine di un simile crimine e della possibile reazione negativa dell’ONU.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.