Rete Voltaire

Chi si nasconde dietro l’egiziano Mohamed Aly?

+

Rispondendo all’appello di Mohamed Aly, alcune centinaia di egiziani hanno manifestato contro la presunta corruzione del presidente Abdel al-Sissi. Secondo AFP (Agence France-Presse), le manifestazioni erano state vietate e ci sono stati 74 arresti. La maggioranza dei cittadini arrestati è nota per i legami con la Confraternita dei Fratelli Mussulmani.

Mohamed Aly Aly Abdelkhalek è originario di Giza. È stato campione di lotta, attore e promotore immobiliare per conto dell’esercito. Oggi è in esilio in Spagna.

Mohamed Aly è assurto alla notorietà a luglio 2019, quando in Lussemburgo è stato insignito, con altri, del premio per la pace della Schengen Peace Foundation (foto), nuovo e strano organismo, presieduto dal molto sospetto uomo d’affari Dominicus H. Rhode.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.