L’Organizzazione del Trattato dell’Atlantico del Nord (North Atlantic Treaty Organization, NATO) ha ordinato al proprio personale in Iraq la sospensione di ogni attività.

Dopo l’assassinio del generale Qasem Soleimani e di dignitari delle Unità di Mobilitazione Popolare, l’Alleanza teme che il proprio personale sia oggetto di rappresaglie.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo