Il 4 agosto 2020 il dipartimento USA della Difesa ha istituito un’unità operativa per studiare i fenomeni aerei non identificati (Unidentified Aerial Phenomena Task Force - UAPTF), posta sotto il comando della Marina. Il Pentagono teme che Russia o Cina posseggano aeromobili non convenzionali.

Nell’incontro del 29 agosto 2020, alla base aerea Andersen (isola di Guam), tra il segretario alla Difesa USA, Mark Esper, e l’omologo giapponese Taro Kono, gli statunitensi hanno esposto le proprie preoccupazioni.

Il 14 settembre 2020 il ministro della Difesa del Giappone ha dato istruzioni alle proprie forze armate di proteggere lo spazio aereo del Paese, nonché di filmare ogni anomalia e analizzarla subito.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo